fbpx

Fare sport serenamente grazie a un’assicurazione sportiva

Parlare di Sicurezza sul luogo di lavoro, nelle scuole, in luoghi pubblici, per strada è un clichè. Si da per scontato che qualcuno se ne debba, almeno formalmente, occupare. Paradossalmente, questo automatismo non scatta nella sfera ricreativa, quando si tratta del “Nostro” tempo, il cd. tempo libero, quello faticosamente ritagliato per le nostre passioni. Prima tra tutte: lo Sport.

Fare sport significa libertà: finalmente non siamo più dietro a una scrivania, siamo spensierati, spesso più esposti al rischio; eppure, quasi sempre, la questione “sicurezza” finisce nel dimenticatoio.

Lo sa bene Marco Ghio titolare della SAT: “E’ spiacevole pensare alla possibilità di farsi male quando ci si diverte, ma bisogna farlo, proprio per evitare problemi! Acciacchi compresi!” Un aspetto prioritario, soprattutto per i più piccoli: ogni anno, sono circa in 3,5 milioni a farsi male praticando attività sportivo-ricreative.

Sono numerosi i progetti di sponsorizzazione e beneficenza rivolti soprattutto agli sportivi in erba targati SAT: “dalla SAT Crocetta Basket, ai Summer Camp, fino al lavoro con la Stratorino, la Fondazione FFC e la Onlus APCT impegnate, rispettivamente, nella Ricerca sulla Fibrosi Cistica e nella Prevenzione e la Cura dei Tumori in Piemonte. Dalla sponsorizzazione con Sport Dipiù, operante nello sport per diversamente abili, come ad esempio i Tori Seduti (Sledge Hockey), guidati dal capitano Chiariotti, portabandiera azzurro nelle Paralimpiadi di Sochi 2014. Cito inoltre il legame nato da due anni con SafAtletica e SporTorino.com, che racconta e promuove lo sport locale offrendo la possibilità di trovare tutte le informazioni per praticare tutti gli sport tranne il calcio a torino e dintorni.

“Con le nostre iniziative vogliamo dire che lo sport fa bene, che con lo sport si può fare del bene, purchè fatto bene, cioè: rigorosamente in sicurezza”.

Scopri le polizze sport offerte da SAT