fbpx

L’Italia ai Giochi Olimpici invernali 2018 in Corea del Sud

01 Mar 2018

Da poco si sono svolti i XXIII Giochi Olimpici invernali, ospitati dalla Contea di Pyeongchang nella Corea del Sud. Situata nella regione dei monti Taebaek, si trova a 180 chilometri dalla capitale Seul e a 700 metri di altitudine, ed è un comprensorio sciistico specializzato nello sci nordico.

 

Raccontiamo questa avventura in numeri:

 

  • 9 – 25 febbraio il periodo in cui si sono svolti i Giochi
  • 92 le nazioni che hanno preso parte alle competizioni (di cui Ecuador, Eritrea, Kosovo, Malesia, Nigeria e Singapore che hanno partecipato per la prima volta ai Giochi olimpici invernali)
  • 952 gli atleti (1110 donne, 1815 uomini) che si sono preparati per anni e hanno dato il meglio per salire sul podio (di cui 121 italiani)
  • 102 gli eventi sportivi
  • 15 le discipline:
    – Biathlon
    – Bob
    – Combinata Nordica
    – Curling
    – Freestyle
    – Hockey su ghiaccio
    – Pattinaggio di figura
    – Pattinaggio di velocità
    – Salto con gli scii
    – Sci alpino
    – Sci di fondo
    – Short track
    – Skeleton
    – Slittino
    – Snowboard
  • 39 le medaglie assegnate al Paese vincitore (10 all’Italia).

 

Il medagliere vede classificate nelle prime posizioni sia la Corea del Sud, Paese ospitante, sia la nostra Italia:

 

1° Norvegia
2° Germania
3° Canada
4° Stati Uniti
5° Paesi Bassi
6° Svezia
7° Corea del Sud
8° Svizzera
9° Francia
10° Austria
11° Giappone
12° Italia

 

Gli atleti italiani hanno portato a casa 10 medaglie in totale:
3 ori tutti al femminile (short track con Arianna Fontana, pattinatrice e portabandiera, sci alpino con Sofia Goggia, snowboard con Michela Moioli)
2 argenti (short track, sci di fondo)
5 bronzi (short track, alpino, 2 biathlon, pattinaggio di velocità).

 

SAT da sempre crede e promuove lo sport come fonte essenziale di benessere fisico e mentale, e coesione sociale. Per questi motivi ha studiato soluzioni assicurative in caso di infortuni legati alla pratica sportiva, all’attività in qualità di dirigenti e/o ufficiali di gara, includendo il rischio di responsabilità nei confronti di terzi.

 

Scopri di più.