L’adrenalina di cui ho bisogno

Monica Caramellino chiude in bellezza l’anno al Rally Day del Grappolo.

“Sono parecchi i motivi per cui ho deciso di concludere il 2016 con il Rally Day del Grappolo. Innanzitutto sono quasi cinque mesi che non disputo un rally vero e lo Special Rally Circuit by Vedovati non ha saziato questo mio desiderio di correre sulle prove speciali. La pista è bella, ma le prove speciali scaricano un altro tipo di adrenalina. Quella di cui ho bisogno” ha confessato la pilotessa di Nole Canavese.

Tutto pronto quindi per la corsa natalizia, in programma il prossimo fine settimana a San Damiano d’Asti, che vedrà tra i suoi protagonisti anche la pilotessa di Nole Canavese che parteciperà alla gara astigiana affiancata per la prima volta dalla navigatrice Elisa Servetti.
“Non avendo programmato la gara, – ha spiegato Monica Caramellino – la mia abituale navigatrice, Camilla Gallese era già impegnata, così come la mia navigatrice storica, Carola Fornero. Elisa Servetti, attenzione, non è una soluzione di ripiego, anzi tutt’altro. Elisa è una navigatrice molto esperta, che ha disputato oltre venti gare in carriera ed è perfettamente allenata avendo corso il Rally del Piemonte a fine ottobre. Era parecchio tempo che pensavamo di fare una gara insieme e questa opportunità cade a fagiolo”.

Oltre alla navigatrice sarà nuova anche la vettura con cui disputerà la gara astigiana, più precisamente si tratta di un ritorno: “Correrò sempre con una Peugeot 208 R2B, ma non avrò quella della FriulMotors, non disponibile per questa data. Tornerò al volante della ‘leonessa’ della Special Car dei fratelli Tavelli con la quale ho già corso al Rally di Modena 2015. Quindi sarò con una squadra che conosco bene e che so come lavora”.

Fra le motivazioni che hanno spinto Monica Caramellino a partecipare al Rally Day del Grappolo c’è anche la concomitanza con il “Trofeo delle Merende”, kermesse benefica che si svolge all’interno della gara. “è un’operazione molto simpatica e interessante, che unisce goliardia a spirito benefico. Una grande festa che fa bene all’ambiente dei rally. Anche se non sarò in classifica, perché il Trofeo è riservato alle vetture di Classe N2 e N3, mi sono iscritta ugualmente come extra quota. Purtroppo non potrò essere presente alla cena, in quanto ho un impegno familiare con mio figlio Vittorio, cui non posso assolutamente mancare. Ma con parte del mio cuore sarò con i festaioli del Trofeo delle Merende” sottolinea la mamma e pilotessa piemontese.

Un grande in bocca al lupo da SAT Assicurazioni alla pink lady canavesana!