La sicurezza ai tempi dei Social

Antifurto, telecamere, porte blindate, luci accese, inferriate… sono tante le precauzioni che vengono adottate per evitare i furti, misure di prevenzione spesso economicamente onerose da sostenere e che rischiano di venire vanificate per ingenuità o scarsa attenzione circa i nostri comportamenti sulle principali piattaforme digitali.

Un uso inconsapevole di Instagram, Facebook e tutti gli altri social network può rappresentare una minaccia alla sicurezza in casa. A disposizione dei ladri ci sono nuovi strumenti, che consentono di ottenere facilmente informazioni per trovare appartamenti vuoti, anche in termini di fasce orarie in cui poter agire indisturbati durante il giorno.

Versure ha realizzato un utilissimo prontuario dedicato agli utenti social e, più in generale, dei cittadini, nell’ottica di prevenire i furti con buone pratiche online. Tra i consigli utili, il primo è quello di non condividere sui social le informazioni personali come il proprio indirizzo di casa, il proprio numero di cellulare e il posto di lavoro.

È inoltre preferibile evitare tutto ciò che è in diretta, quindi postare in tempo reale su Facebook, Twitter o Instagram le foto dei propri viaggi e più in generale dei propri spostamenti.

Tutto ciò non significare autocensurarsi o agire in funzione della paura, ma rimandare solo di qualche giorno la condivisione delle foto delle proprie vacanze. Si potrebbe vivere come una pubblicazione “intelligente”, di chi sceglie di dare la precedenza a sicurezza e serenità, a scapito di qualche like.

Last but not least, sarebbe opportuno disattivare la geolocalizzazione, funzione che spesso troviamo automaticamente inserita. Essere consapevoli di avere la geolocalizzazione attivata è già un importante primo passo. Stesso dicasi per i tag in foto e video, spesso dopo essere stati taggati, è automatica la pubblicazione del contenuto sulle nostre bacheche. Ricordatevi che anche in questo caso è possibile inserire l’opzione di autorizzare la pubblicazione anziché rendere il tutto automatico e fuori dal nostro controllo.

Ebbene la conclusione è la seguente: oltre a blindare la propria casa, il consiglio per le vacanze è quello di blindare anche i propri profili social.