fbpx

Buoni propositi per il 2019: risparmiare

27 Dic 2018

Una goccia di malinconia, una spruzzata di entusiasmo, 2/4 di speranza e 2/4 di propositi. È il cocktail di emozioni che accompagna il passaggio dal vecchio anno a quello nuovo. Cin.

 

Il 1° gennaio, di fatto, è un giorno come gli altri, eppure ha l’onere e l’onore di portare con sé un immenso carico di significato. Segna l’inizio dell’anno nuovo e, come ogni partenza, è ricca di aspettative.

 

Dal Giappone arriva un’idea, ormai consolidata negli anni e divenuta fenomeno internazionale, di tenere traccia dei buoni propositi quotidiani, settimanali, mensili in termini di risparmio. Si chiama Kakebo, è stato inventato dalla giornalista Motoko Hani e insegna l’arte del risparmiare.

 

Non un’app dal consumo “mordi e fuggi”, ma un quaderno di carta da compilare a mano, perché la scrittura aiuta i processi mnemonici e stimola la presa di coscienza. Uno strumento semplice ed efficace per gestire la contabilità personale e familiare e migliorare la gestione delle proprie finanze con un risparmio del 35%. Così dicono…

 

Come funziona?

 

PIANIFICAZIONE MENSILE
All’inizio del mese pianificate le spese:

 

  1. registrate le entrate e le uscite fisse (es. rata del mutuo o canone di affitto, riscaldamento, spese condominiali, spese per il cellulare, ecc.);
  2. ipotizzate il risparmio che vi prefiggete per il mese, dimenticandovi della sua esistenza per non utilizzarlo;
  3. dalle Entrate sottraete le Uscite e il Risparmio, questa è la cifra di cui disporrete fino alla fine del mese;
  4. fissate gli obiettivi del mese (es. mettere da parte una piccola somma per un viaggio, ecc.);
  5. definite le promesse del mese (es. smettere di fumare, comprare quantità di cibo giuste per non buttarlo e sprecare soldi, ecc.);
  6. segnate le possibili spese occasionali (es. regali di compleanno, lavori in casa, ecc.).

 

REGISTRAZIONE QUOTIDIANA                              
Il modo più pratico è conservare le ricevute degli acquisti durante la giornata e poi annotare tutto prima di andare a dormire, o subito la mattina dopo, dividendo le spese in categorie:

 

  • spese di sopravvivenza (spese indispensabili per alimentazione, salute, trasporti di tutta la famiglia, spese per figli e animali)
  • optional (costi legati al tempo libero, come ristoranti, take away, tabacco, cosmetici, shopping, ecc.)
  • cultura (libri, musica, cinema, teatro, giornali, sport, ecc.)
  • extra (emergenze, oggetti di lunga durata, regali, riparazioni, arredamento, casalinghi, ecc.)

 


BILANCIO MENSILE E CONSUNTIVO ANNUALE
Alla fine del mese compilate i totali delle spese per settimana e confrontate la cifra spesa con la somma a disposizione. Stessa cosa con tutte le spese dell’anno. Capirete così se avete sforato il budget e dove avete sbagliato per migliorare.

 

Tutto troppo macchinoso e basato solo sulla vostra rettitudine? Se avete bisogno di un aiuto esterno che protegga il vostro capitale, scegliete un’Assicurazione Risparmio!
SAT, in collaborazione con Amissima VitaAssimoco Vita ed Helvetia Vita, ha studiato diverse offerte per chi vuole investire sulla base di alcuni criteri come: bassa propensione al rischio, tutela del proprio capitale e opportunità di remunerazioni interessanti. Soluzioni che uniscono alle esigenze assicurative nell’area del risparmio, obiettivi di investimento per proteggere il proprio capitale e percepire a scadenza una remunerazione interessante.

Scopri di più.

 

SAT vi augura di iniziare l’anno nel migliore dei modi… e di mantenere la retta via per un 2019 sereno!