fbpx

Assicurazione: storia e viaggi

Vi ricordate la famosa “libbra di carne” che il perfido Shylock pretendeva come penale in caso di mancata restituzione del prestito di 3000 ducati nel celebre Mercante di Venezia Shakespeariano?
Ebbene la vicenda era ambientata nel XVI secolo e già allora ci si poneva il problema della gestione del rischio.
Le assicurazioni nacquero nel Medioevo, periodo di intensi traffici navali che richiedevano importanti e rischiosissimi investimenti iniziali a fronte di un rendimento alto ma molto incerto.

Il primo contratto “assicurativo” di cui si ha notizia nella storia risale al 1300 e vede coinvolti commercianti genovesi e toscani, che stipularono tra loro degli accordi commerciali volti a minimizzare i rischi di perdite economiche per le parti in causa. “Oggi, a sette secoli di distanza, – si legge su un articolo pubblicato lo scorso marzo sul giornale telematico Mezzogiorno & Dintorni – i nuovi bisogni dell’uomo hanno ampliato a dismisura il campo delle possibili applicazioni del contratto di assicurazione, mentre la tecnologia ha offerto a tutti nuovi strumenti per sottoscrivere assicurazioni, anche a distanza, consentendo di trovare l’offerta che permette di risparmiare di più o quella che meglio risponde ai bisogni di ciascuno.”

Nel 1989 il filosofo francese Francois Ewald pubblicò un articolo in cui sosteneva che la società moderna sia nata proprio con il primo contratto assicurativo.
L’Assicurazione, secondo il pensatore d’oltralpe, è indice di Evoluzione.
In che senso? “La conquista evolutiva è nella nascita di un soggetto terzo, appunto la compagnia assicurativa, che accetta di correre un potenziale rischio al posto di un altro, che pagherà per non dover pagare il prezzo dell’imprevisto e non veder compromesso il proprio patrimonio.
Questo meccanismo è più visibile in alcuni specifici campi assicurativi, come quelli legati ai mutui o al rischio d’impresa. Si pensi, in particolare, alle assicurazioni sui viaggi, dove al di là del risparmio di denaro sulla polizza, la scelta viene spesso effettuata valutando tutti i servizi che un’assicurazione può garantire, come quello di assistenza 24 ore su 24, di gestione delle emergenze, di rimborsi di vario genere. Tutti pensati per azzerare i rischi del cliente e consentirgli di vivere un viaggio davvero in libertà e spensieratezza. Se non è una conquista evolutiva questa…”
Anche SAT, in collaborazione con il Gruppo Assicurativo ERV Italia, ti offre la possibilità di scegliere tra diversi pacchetti assicurativi creati su misura per te o di configurare una polizza personalizzata in base alle tue esigenze di viaggio.

#PartiSereno #SATsempreconTE

Scopri i piani assicurativi pensati per te