A Capodanno meno botti e più biscotti! I consigli di SAT per la salute di animali e padroni

“I botti sono un pericolo inutile per persone, animali e ambiente”. Questo il commento del presidente onorario e fondatore del Wwf Italia, Fulco Pratesi. Capodanno è probabilmente la festa meno amata dai cani. Se infatti sono numerosi gli animali domestici che vivono molto male il rumore provocato dallo scoppio dei fuochi d’artificio, i cani sviluppano una vera e propria fobia specifica nei confronti dei rumori. In casi estremi, mostrano una sintomatologia simile a un vero e proprio “attacco di panico”.

Ma i danni ci sono anche per i padroni! come sottolinea il professor Gaetano Paludetti, direttore del dipartimento di otorinolaringoiatria del Policlinico Gemelli di Roma, “L’esplosione di un petardo può portare anche alla perforazione del timpano, quando si parla di membrana timpanica e più in generale di orecchio, adulti e bambini corrono gli stessi pericoli: un trauma acustico neurosensoriale può causare un danno permanente. La perdita dell’udito non è curabile, si può proteggere l’orecchio da ulteriori danni, ma quando la lesione c’è rimane. Ogni anno dopo il primo gennaio visitiamo moltissime persone con questo tipo di disturbo col quale purtroppo alcuni di loro dovranno convivere e a cui spesso si associa l’aumentata sensibilità a rumori e suoni anche di debole identità” .

Il consiglio dell’esperto? Meglio stare alla larga il più possibile da botti, petardi e simili, evitando di utilizzarli, mantenendo una certa distanza di sicurezza, o prevenire danni all’udito, munendosi di appositi tappi per le orecchie.

Oltre agli animali domestici anche la fauna selvatica subisce traumi e ferimenti: il Wwf stima che almeno 5mila animali muoiono a causa dei botti di Capodanno. Gli effetti dannosi non solo colpiscono animali e persone ma anche l’ambiente. La notte di fine anno si registra un aumento delle polveri sottili nell’aria, causato dalla quantità di sostanze chimiche rilasciate dall’esplosione dei fuochi
Il fragore di petardi, fuochi d’artificio e botti scatena negli animali una naturale reazione di spavento che li porta frequentemente a perdere l’orientamento, esponendoli così al rischio di smarrimento o investimento.

Ecco i consigli di Focus.it:

      – Non lasciare che i vostri amici a 4 zampe affrontino in solitudine le loro paure e togliete di torno tutti quegli oggetti che potrebbero provocare ferite nel caso ci finissero contro;
      – Evita di lasciarli all’aperto: la paura fa compiere loro gesti imprevedibili, il primo è la fuga;
      – Non tenerli legati alla catena perché potrebbero strangolarsi;
      – Non lasciarli sul balcone perché potrebbero gettarsi nel vuoto;
      – Dotali di tutti gli elementi identificativi possibili;
      – Se si nascondono in un luogo della casa, lasciali lì, considerano sicuro il loro rifugio;
      – Ignoralo il più possibile finché manifesta lo stato di agitazione. Rassicurare e tranquillizzare il cane in queste circostanze equivale infatti a premiarlo proprio nel momento in cui è estremamente agitato.
      – Cerca di minimizzare l’effetto dei botti tenendo accese radio o tv;
      – Presta attenzione anche agli animali eventualmente in gabbia: non tenerli sui balconi;
      – Nei casi di animali anziani, cardiopatici e/o particolarmente sensibili allo stress dei rumori rivolgiti con anticipo al tuo veterinario di fiducia;
      – Nel caso dei gatti , non guardarli negli occhi, potrebbero diventare aggressivi.